LABORATORIO APPROVATO DAL CONSIGLIO DIRETTIVO DELL'ASSOCIAZIONE IN DATA 08.10.10

TORINO - Referente del Conservatorio G. Verdi : ELENA CROLLE

ALESSANDRIA - Referente del Conservatorio A. Vivaldi: STEFANO MARINO

domenica 11 dicembre 2011

LISZT per organo

Segnalazione di Stefano Marino


Come trascorrere la sera di sabato 10 dicembre? Una domanda che ha una bella risposta. Al Santo Volto, naturalmente, in compagnia di Organalia. Infatti, la rassegna della Provincia di Torino, sostenuta da Fondazione CRT, propone il 4° concerto della rassegna Suoni d'Inverno proprio in quella splendida chiesa, opera dell'elevetico Mario Botta, in compagnia di un organista di livello internazionale qual è Francesco Finotti. Se poi l'abbinamento propone Franz Liszt con la possibilità di ascoltare la "voce" del grandioso organo a tre tastiere costruito dalla Fratelli Ruffatti di Padova nel 2007, allora non ci sono più dubbi. Il menù dell'appuntamento prevede un'apertura con le variazioni "Weinen, Klagen, Sorgen, Zagen", tratte dall'omonima Cantata di Johann Sebastian Bach a cui farà seguito la suite, tutta natalizia, "Weihnachtsbaum", all'interno della quale si potranno trovare un Antico canto natalizio, I pastori al presepio, La marcia dei tre re magi, Ninna nanna e Le campane della sera. Questa idilliaca e articolata suite condurrà il pubblica a un brano di notevole spessore musicale, quel Preludio e Fuga sul nome di Bach che, com'è noto, quale acronimo rappresenta la sequenza delle note musicali, secondo la tipologia tedesca che le connota con le lettere dell'alfabeto (A=LA), sib la do si naturale. Per volgere alla conclusione, Francesco Finotti ha scelto Due Consolazioni in Mi maggiore e la grandiosa Fantasia "Ad nos ad salutarem undam": L'ingresso, come di consueto, è libero e gratuito. L'accesso al pubblico sarà consentito a partire dalle 20.30.
E. Pocorobba